Articolo33 e Pepeverde
Scegli l'abbonamento adatto a te
Scopri di più

Politiche educative

27 maggio 2022

Guerra più guerra non fa pace

Un incontro al Liceo Mamiani sul ruolo delle scuole nella costruzione di una cultura di pace.

24 maggio 2022

E se il docente come vocazione fosse un trucco neoliberista?

Fare l'insegnante è una vocazione? Un intrigante intervento di Alonso Albano.

16 maggio 2022

Edilizia scolastica, non solo mattoni

Le nostre considerazioni sull'incontro del Ministro Bianchi con gli Enti locali delle aree ammesse al finanziamento per l'edilizia scolastica, previsto dal PNRR.

03 maggio 2022

Riflessioni sulla pedagogia della scienza

Sviluppare un'autentica cultura scientifica aperta è uno degli obiettivi più importanti della formazione degli insegnanti, e dunque degli studenti.

29 aprile 2022

La “pedagogia del ritorno” di Raffaele Iosa e le dinamiche dell'accoglienza scolastica degli alunni ucraini

L’arrivo massiccio dei profughi ucraini richiede alle scuole italiane specifici interventi didattici e pedagogici.

29 aprile 2022

Pedagogia del ritorno: l'intervista a Raffaele Iosa

La questione dell'accoglienza scolastica dei minori ucraini è un'emergenza che va affrontata anche in termini pedagogici.

17 marzo 2022

L'istruzione per competenze, un fallimento dei tempi moderni

Le competenze falliscono nel loro intento ciclico di indirizzare la scuola, proprio perché non sono state concepite per essa. Restano immobilizzate nella corsa utilitaristica che divora l’umanità, la stessa che considera la scuola come una sorta di stadio dove gareggiano i vincitori e i vinti.

09 marzo 2022

Che l’Ucraina entri nelle scuole

Questo è il momento di superare ogni divisione su contenuti “ornamentali” e di allargare la nostra visione didattica in direzione del pacifismo, basandosi sui principi fondamentali che ispirano i progetti educativi.

07 marzo 2022

Maturità: quello che il Ministro Bianchi non ha visto

A Bianchi e al Governo si presentava l’occasione per una risposta vitale ed innovativa, che avrebbe fatto magari da volano per l’entusiasmo degli studenti e per provare a scuotere da qualche parte la povera scuola italiana.

01 marzo 2022

La guerra torna in Europa: il ruolo della scuola, cosa fare in classe

Il “secolo breve” si sta rivelando più lungo del previsto. Come può reagire la scuola di fronte ad un conflitto armato acceso nel cuore dell’Europa?