Articolo33 e Pepeverde
Scegli l'abbonamento adatto a te
Scopri di più

Cultura

19 gennaio 2022

La lettera aperta di intellettuali, attori, registi, a difesa del Festival Internazionale di Cinema e Donne

Lettera aperta al Ministro della Cultura Dario Franceschini, al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e al Sindaco di Firenze Dario Nardella

Vogliamo esprimere la nostra preoccupazione per la possibilità che il Festival di Cinema e Donne di Firenze venga cancellato dal panorama delle attività culturali del nostro Paese per mancanza di risorse istituzionali adeguate alla sua missione e al suo prestigio internazionale.

Leggi la notizia precedente

Ci sembra impossibile che un lavoro accurato e molto condiviso, ricco di collaborazioni internazionali con istituti di ricerca, studiosi di cinema e della società contemporanea, aperto ad autrici di grande valore di tutto il mondo venga a mancare dopo 42 anni di attività continua e internazionalmente apprezzata. Un’esperienza nata come avanguardia e che tale è rimasta raccogliendo quanto di meglio prodotto dalle donne nel campo della regia cinematografica come arte e professione. Un osservatorio privilegiato sulla condizione femminile ed i suoi cambiamenti visti e mostrati dall’interno. Il luogo dove ha esordito la prima generazione di registe italiane, dopo le pioniere che si stanno ancora riscoprendo e dove sempre più autrici da Africa, Sud America ed Asia sono giunte a dimostrare che i margini non esistono più e che ormai sono al centro nella ricerca e nella produzione di immagini. Smarginate sarebbe stato il titolo dell’edizione che non ha avuto luogo quest’anno.

Come possiamo rinunciare ad un impegno di scoperta di nuovi talenti e promozione della parità in un campo in cui le donne sono ancora una minoranza inaccettabile?

Eppure la crisi pandemica che stiamo attraversando ha aggravato le difficoltà per le giovani che vogliono iniziare a lavorare in questo settore. Solo il 5 per cento nel mondo e il 7 per cento nel nostro paese contribuiscono alla costruzione dell’universo di immagini in cui ci riconosciamo così poco.

Un Festival che fa circolare studi e film, che approfondisce il passato e fa incontrare i più giovani con le protagoniste delle nuove elaborazioni, tecnologiche o teoriche che siano, deve essere sostenuto adeguatamente. Inoltre Nessuno degli altri festival di cinema che si svolgono a Firenze con il sostegno delle istituzioni è stato cancellato. Temiamo si tratti di una scelta allarmante di politica culturale.

Crediamo infatti che la liberazione di risorse e la messa in campo di talenti femminili, sia oggi un obiettivo primario e irrinunciabile di arricchimento culturale e sociale per tutte e tutti. Chi si adopera per il raggiungimento di questo obiettivo, ancora molto ostacolato nel campo delle comunicazioni e segnatamente nel cinema, merita appoggio e riconoscimento.

Adesioni

Prima firmataria
Dacia Maraini  Scrittrice e saggista

Roberto Accornero Attore

Valerio Aiolli Scrittore

Donatella Alamprese Musicista

Lucilla Baroni Light designer

Caterina Benelli Professoressa Associata di Pedagogia generale, Università di Messina.

Luisa Bianchi Docente e scrittrice

Irene Biemmi Ricercatrice di Pedagogia generale e sociale.  Università di Firenze

Stefania Bolletti Presidente Libera Università di Anghiari 

Wanda Butera Operatrice culturale

Cristina Calvanelli Ricercatrice presso Azienda Ospedaliera Universitaria.

Alberta Campitelli Presidente Accademia di Belle Arti di Roma

Marina Capponi Avvocata giuslavorista

Paola Emilia Cicerone Giornalista scientifica

Sofia Ciuffoletti Ricercatrice del Centro Inter-universitario ADIR-UNIFI

Adriana Dadà Ricercatrice, docente di Storia Contemporanea

Marilia De Marco Presidenta CRIC, ONG Reggio Calabria

Barbara de Miro Professoressa Storia del Teatro, Orientale Napoli

Ester de Miro Prima docente universitaria di Filmologia in Italia 

Alessandra Fagioli Docente Accademia di Belle Arti di Roma e scrittrice

Gianna Fratta Direttrice d’orchestra

Gualtiero de Santi Professore Ordinario Letterature comparate-Urbino

Ornella de Zordo Politica e accademica. Professoressa Letteratura inglese

Mirella Di Giovine Architetto  

Nicola Fiorito Professore Associato Diritto Canonico ed Ecclesiastico Università della Calabria, scrittore

Vittoria Franco Politica e Filosofa  Senatrice

Ornella Grassi attrice e regista

Patrizia Guarnieri Professoressa Ordinaria Storia contemporanea Università di Firenze

Silvia Guetta Professoressa Associata Pedagogia Generale e Sociale Università di Firenze

Paolo Hendel Attore

Cristina Jandelli Professore Associato Cinema Università Firenze

Roberta Lanfredini Professoressa Ordinaria di Filosofia Teoretica Università di Firenze

Sofia Lannutti Professoressa Ordinaria di Filologia Università di Firenze 

Silvia Lelli Antropologa, Università di Firenze

Anna Loretoni Preside Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa   Ordinaria di Filosofia Politica 

Rosaria Lo Russo Scrittrice

Consuelo Lupo Attrice

Angela Marranca Psicoterapeuta Firenze

Elisabetta Matassi Docente Presidente Associazione Noi Insieme Aps

Daniela Morozzi Attrice

Rossana Maule Professor Film Studies Concordia University Montréal

Ilaria Mavilla sceneggiatrice, docente di cinema, scrittrice

Roberta Mazzanti Editrice

Giorgio Menichini Presidente per Cospe Onlus

Lucia Miligi Biologa

Luigi Oldani Poeta

Tiziana Pandolfini Ricercatrice Università di Verona

Michela Pereira Professoressa Ordinaria di Storia della filosofia medievale Università di Siena

Emanuela Piovano Regista, sceneggiatrice e produttrice cinematografica con la Kitchenflm.. Vice-presidente dell'Anac

Patrizia Pistagnesi Sceneggiatrice e critica cinematografica

Fiorangelo Pucci Direttore artistico "Fano International Film Festival. Docente Università di Urbino

Maura Ranieri Professoressa Associata Diritto del Lavoro Università di Catanzaro, scrittrice

Francesco Santi Professore Ordinario Letteratura Latina Medievale Università di Bologna

Mauro Sbordoni Direttore  Testimonianze

Paola Scarnati Garante fondatrice Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico(Aamod) Roma 

Claudio Sestieri Regista

Simonetta Soldani Professoressa  Ordinaria di  Storia Contemporanea e del Risorgimento a Siena e Firenze  

Sergio Staino Disegnatore satirico

Debora Spini Syracuse University e della New York University a Firenze

Alberto Tonini Professore Associato Storia delle relazioni internazionali. Scienze politiche Università di Firenze

Marco Vichi Scrittore

L'autore

Vincenza Fanizza